Gilbert Fastenaekens, Site

 

Art and Research Publishing, 1997
Pages 92 printed in duotone
Softcover
English
ISBN 2-930115-02-5

 

The book presents a series of photographs which, from page to page, creates the image of a protean city, an astonishing composite of architectures and worksites, depressing outskirts and historical buildings, abandoned lots and open sky, attractive perspectives and disorganized urban tissue, resigned nature and unexpected beauty…
A city which constantly makes and unmakes itself, like all cities in perpetual mutation, partway between monumentality and banality, a place of infinite possibilities, but also a city which, due to its state of chaotic fragmentation, would invite us to a quest whose goal has been forgotten.
Faced with this inflationary phenomenon of urbanism experienced as a formidable movement of energy which perpetually engenders the city even as it transforms it, Gilbert Fastenaekens, going beyond the range of criticism, encourages us to question the profound meaning of the city and its development, as well as its foundation and the logic which informs it.

 

Il libro presenta una serie di fotografie che, da una pagina all’altra, creano l’immagine di una città mutante, un sorprendente insieme di architetture e cantieri, periferie deprimenti ed edifici storici, lotti abbandonati e cielo aperto, prospettive attraenti e tessuto urbano disorganizzato, rassegnato natura e bellezza inaspettata …
Una città che si costruisce e si disfa costantemente, come tutte le città in perpetua mutazione, a metà strada tra monumentalità e banalità, un luogo di infinite possibilità, ma anche una città che, a causa del suo stato di frammentazione caotica, ci inviterebbe a una ricerca il cui obiettivo è stato dimenticato.
Di fronte a questo fenomeno inflazionistico dell’urbanistica vissuto come un formidabile movimento di energia che genera perpetuamente la città anche se la trasforma, Gilbert Fastenaekens, andando oltre ogni critica, ci incoraggia a mettere in discussione il significato profondo della città e il suo sviluppo, così come il suo fondamento e la logica che lo costituisce.